Garcinia Cambogia

Cos'è la Garcinia cambogia?

La Garcinia cambogia è un estratto ottenuto dal frutto essiccato dell’albero della Garcinia cambogia (GC), una specie vegetale originaria dell’India meridionale e dell’Asia meridionale.1,2 Il frutto si presenta come una piccola zucca verde ed è ampiamente utilizzato in stile asiatico cucina per il suo sapore aspro.

Qual è il principio attivo e come funziona?

La buccia o la scorza del frutto della Garcinia cambogia contiene grandi quantità di acido idrossicitrico (HCA). HCA è un derivato dell’acido citrico ed è commercializzato come integratore dimagrante, da solo o in combinazione con altri integratori.1,2

Il modo in cui l’HCA agisce per promuovere la perdita di peso non è noto con precisione, ma esistono diverse teorie. Alcuni esperti ritengono che funzioni inibendo un enzima chiamato citrato liasi, interferendo con la conversione dei carboidrati inutilizzati in grasso. Sebbene HCA abbia questo effetto sui carboidrati in una capsula di Petri da laboratorio, non è stato dimostrato se lo faccia una volta all’interno del corpo.1,2

Altri esperti suggeriscono che l’HCA colpisce altri enzimi coinvolti nel metabolismo dei carboidrati, come l’alfa amilasi pancreatica e l’alfa glucosidasi intestinale. Alcuni postulano che aumenti il ​​rilascio o la disponibilità di serotonina nel cervello, promuovendo la soppressione dell’appetito.1,2 Nessuno sa con certezza come funziona l’HCA … o se funziona davvero.

Esistono prove a sostegno della Garcinia Cambogia come integratore dimagrante?

Diversi studi hanno studiato l’uso della Garcinia cambogia per la perdita di peso negli esseri umani. Alcuni di questi studi sono di qualità migliore di altri e le revisioni che raggruppano gli studi insieme per cercare un effetto complessivo ci danno un “quadro più ampio” migliore rispetto al semplice esame dei risultati di un singolo studio.

Un’analisi nel 2011 di Onakpoya et al1 ha trovato 12 studi che hanno studiato l’effetto della Garcinia cambogia per la perdita di peso che corrispondevano ai loro rigorosi criteri di qualità. Sebbene abbiano trovato prove che la Garcinia cambogia ha promosso la perdita di peso a breve termine, l’effetto è stato piccolo e appena significativo. La stessa conclusione è stata raggiunta in un’altra revisione di Fassina et al2 nel 2015 su 17 studi, sia sull’uomo che sugli animali. È interessante notare che, in uno dei più grandi studi individuali su 135 persone, sia il gruppo attivo (il gruppo che assume GC) che il gruppo di controllo (il gruppo che assume un placebo o un integratore inattivo) hanno perso una quantità significativa di peso in 12 settimane periodo di trattamento.3 Come hanno suggerito molti altri studi precedenti, spesso è il supporto e l’incoraggiamento che le persone ricevono a perdere peso a fare più differenza rispetto a qualsiasi dieta o integratore.

In sintesi, le prove finora non suggeriscono che la Garcinia cambogia sia efficace come integratore dimagrante; sebbene le tracce su scala più ampia condotte per un periodo di tempo più lungo possano fare più luce sull’argomento.

Per ora, aumentare i livelli di attività fisica, evitare l’alcol e seguire una dieta più sana con più verdure, cereali integrali e meno carne rossa è più probabile che ti faccia perdere peso a lungo termine rispetto agli integratori di Garcinia cambogia.

C'è qualcosa di male nell'assumere gli integratori di Garcinia Cambogia?

È importante ricordare che QUALSIASI prodotto etichettato come “naturale” o “a base di erbe” non è senza dubbio sicuro. I rimedi erboristici classificati come integratori alimentari negli Stati Uniti sono regolamentati come prodotti alimentari. Ciò significa che non sono stati soggetti agli stessi requisiti di sicurezza o efficacia dei medicinali.

La Garcinia cambogia è stata implicata nel causare danni al fegato, sia se usata in combinazione con altri ingredienti (ad esempio, nella formulazione originale del prodotto Hydroxycut) sia se usata da sola. Vengono documentati due casi gravi. La prima era una donna di 52 anni che ha sviluppato una grave insufficienza epatica che ha richiesto un trapianto di fegato dopo aver assunto 1000 mg di Garcinia cambogia per 15 giorni, e l’altra era una donna di 42 anni che ha sviluppato test di funzionalità epatica anormalmente alti e coagulopatia (una ridotta capacità del sangue di coagulare) dopo una settimana di assunzione di GC.4 La seconda donna si riprese senza incidenti diversi giorni dopo l’interruzione della Garcinia cambogia. È interessante notare che il produttore di Hydroxycut ha temporaneamente ritirato il prodotto, ma da allora ha restituito sul mercato una versione riformulata che manca di Garcinia cambogia.

Altri effetti avversi riportati sono generalmente lievi quando la Garcinia cambogia viene assunta al dosaggio raccomandato e includono disturbi di stomaco, secchezza delle fauci, mal di testa, vertigini e diarrea.2,6 I rimedi erboristici non devono essere assunti da donne in gravidanza o in allattamento e chiunque ne soffra. malattie cardiache o altre condizioni mediche dovrebbero consultare il proprio medico prima dell’uso. Alcuni studi hanno suggerito che la Garcinia cambogia può abbassare la glicemia o interferire con il controllo del diabete, quindi è particolarmente importante se hai il diabete che parli con il tuo medico.

Sul lato positivo, a differenza degli stimolanti come la fentermina, la Garcinia cambogia non agisce sul sistema nervoso centrale, quindi non provoca insonnia, ansia, influisce sul cuore o sulla pressione sanguigna e la sua efficienza non diminuisce con il tempo.5,6, 7

La Garcinia cambogia ha qualche effetto sugli zuccheri nel sangue?

Ci sono state diverse affermazioni contraddittorie sugli effetti della Garcinia cambogia sul controllo del glucosio nel sangue con alcune celebrità che suggeriscono persino che possa essere utile per le persone con diabete. Mentre gli studi sui ratti hanno mostrato una riduzione della quantità di glucosio assorbito e un minore aumento dei livelli di glucosio nel sangue dopo un pasto, i ratti non sono esseri umani, quindi sono stati necessari studi per determinare se questo si applicava anche agli esseri umani.

Thazhath et al8 hanno preso 12 partecipanti sani e 8 persone con diabete e hanno confrontato gli effetti dell’acido idrossicitrico (il principio attivo della Garcinia cambogia) più il glucosio con l’acqua più il glucosio in una prova di tipo cross-over. Sebbene una certa riduzione dei livelli di zucchero nel sangue sia stata osservata in persone sane, non c’è stata alcuna riduzione dei livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete. Altri marcatori, come la risposta all’insulina, non sono stati influenzati.

Anche altri studi sull’uomo non sono riusciti a supportare l’uso della Garcinia cambogia per il controllo della glicemia. Yonei et al. Dopo 8 settimane di integrazione, il gruppo che riceveva Garcinia cambogia ha avuto un aumento del 4,5% nel colesterolo totale, del 4,1% nei livelli di zucchero nel sangue a digiuno e del 3,4% nel loro HbA1c (fornisce un riflesso del controllo del glucosio a lungo termine).

Al contrario, uno studio del 200810 ha riportato una significativa riduzione del colesterolo totale e del colesterolo LDL quando l’estratto di Garcinia cambogia è stato combinato con Amorphophallus konjac (noto anche per le sue proprietà dimagranti). Tuttavia, non è stato osservato alcun effetto sui livelli di trigliceridi o glucosio.

In generale, la maggior parte degli studi11 non ha dimostrato che la Garcinia cambogia ha un effetto sugli zuccheri nel sangue o sul controllo dell’insulina; uno studio ha riportato un abbassamento in soggetti sani non diabetici, mentre un altro ha riportato un aumento dei livelli di zucchero nel sangue a digiuno in soggetti in sovrappeso. Anche se studi di laboratorio su cellule umane e studi su animali hanno suggerito che la Garcinia cambogia abbia ridotto la sintesi cellulare dei lipidi e aumentato la degradazione del colesterolo, gli studi sull’uomo sono stati contraddittori. Non sono stati riportati effetti sui trigliceridi. Sulla base delle prove disponibili, è improbabile che la Garcinia cambogia abbia un effetto sui livelli di glucosio nel sangue o di colesterolo e non sembra benefica per le persone con diabete.

La Garcinia cambogia interagisce con qualche farmaco?

La Garcinia cambogia può interagire con quanto segue:

  • Farmaci per il diabete, inclusa l’insulina – effetti variabili segnalati, consultare sempre un medico prima dell’uso se si soffre di diabete. 

 

Altre interazioni possibili, ma non comprovate, includono:

  • Integratori di ferro – diversi siti informativi affermano che la Garcinia cambogia contiene ferro12; tuttavia, la maggior parte degli integratori utilizza un estratto di Garcinia cambogia, che è improbabile che contenga elevate quantità di ferro. Anche molti altri frutti (come prugne, cachi e frutto della passione) contengono ferro ma non sono segnalati come interagenti con integratori di ferro
  • Antidepressivi stimolanti la serotonina (come Celexa, Paxil, Zoloft) o farmaci per il dolore (come tramadolo) – uno studio sui topi16 ha suggerito che la Garcinia cambogia avesse un effetto di potenziamento della serotonina; tuttavia, questo non è stato verificato negli esseri umani
 
  • Farmaci per l’asma (incluso montelukast) – un caso di studio documentato17 di una donna che ha sviluppato un’insufficienza epatica fatale dopo aver assunto due integratori alimentari (uno dei quali era la Garcinia cambogia) per due settimane in aggiunta ai suoi soliti farmaci per l’asma, incluso montelukast 
  • Statine: questo si basa sul fatto che le statine possono causare rabdomiolisi (una distruzione delle cellule muscolari). Un caso studio18 ha riportato rabdomiolosi in una donna che assumeva un integratore dimagrante combinato (di cui uno degli ingredienti era la garcinia cambogia); quindi alcuni esperti sono preoccupati per un effetto additivo teorico con le statine (lei non stava prendendo una statina in quel momento)
    Warfarin – Un uomo che assumeva warfarin insieme una combinazione di prodotti a base di erbe che includono Garcinia cambogia, ha riportato un cambiamento nel suo INR (una misura della capacità di coagulazione del sangue) che è tornato alla normalità dopo l’interruzione del supplemento.

Inoltre, gli integratori di Garcinia cambogia possono contenere altri nutrienti come calcio e potassio che possono causare effetti additivi nelle persone che già integrano la loro dieta con questi nutrienti. Leggi sempre l’etichetta per vedere quali ingredienti sono effettivamente contenuti nel tuo integratore e chiedi sempre il consiglio del tuo medico prima di assumere qualsiasi integratore alimentare, in particolare se prendi altri farmaci